Memorie di una Geisha
- IL SITO -
Intervista a Massimo Baldi
Intervista a Rosemary Di Falco
Intervista ad Andrea Festa (Arashisei)
Intervista a Lucia Griffo
Intervista ad Elisa Guidolin
Intervista ad Orofiorentino (Giovanna Scaglione)
Intervista ad Annamaria Pepe (Mondidascoprire)
Intervista a Marco Pilotto
Intervista a Moreno Tonioni
Intervista a Jalesh

Memorie di una Geisha, presenta:

 

 

JALESH

 

sorgente


 

 

 


1)    Presentati brevemente, indicando anche il tuo blog, se ne usi uno per pubblicare.

 


Sono una signora di mezza età che si diletta a scrivere i suoi stati d’animo senza nessuna pretesa . Mi appassiona la metrica giapponese anche se ho molto da imparare. La mia lingua madre è il francese per cui tutto ciò che scrivo in italiano per me è una vittoria.
Ho un blog personale:  http://jalesh.wordpress.com/
 un multi blog:  http://lanostracommediajalesh.wordpress.com/
dove annego i miei pensieri  per trascorrere e superare  questo duro ed impervio cammino che è la vita.
 
2)    Quando hai iniziato a scrivere cosa ti ha spinto e perché?

 

 

 


Ho iniziato a scrivere molto tardi nel lontano 2003 per amore e dolore. Credo siano i due sentimenti più forti  che riescono a scatenare parole mai dette o mai espresse per iscritto.

3)    Che genere di poesia scrivi? Se più di uno, in quale pensi di riuscire ad esprimerti meglio?

 

 


Avendo già detto che non ritengo essere all’altezza di considerarmi una poetessa , scrivo un po’ di tutto a  testo  libero, in metrica, mi piace tanto scrivere degli acrostici e cmq penso che mi esprimo meglio nella brevità dei testi.

4)    Il tuo lavoro è influenzato/ispirato da qualche poeta del passato? Se sì, chi è e in che modo ti influenza/ispira?
Il mio lavoro non è influenzato da nessun poeta del passato ma ciò che scrivo è quello che  scaturisce dal cuore tout court tout court

5)    Definisci il tuo stile poetico con un aggettivo e spiegane il motivo.

 

 


Mi ripeto il mio stile nello scrivere quindi non poetico  è migliore quando è breve

6)    Tutti i poeti hanno delle parole, delle frasi che non riescono a fare a meno di usare. Quali sono le tue parole o frasi più ricorrenti?

 


Non è facile estrapolare dagli scritti quale espressione usi di frequente, ma rileggendomi credo che la mi a espressione possa essere “ per sempre” . Sono una romantica e soprattutto possessiva e credo che questa espressione si addice molto al mio carattere

7)    Si dice che per vedere il mondo per quello che è veramente si dovrebbero guardare commedianti, artisti e poeti. Che cosa pensi emerga spontaneamente dalle tue opere?

 

 


Dopo un vissuto abbastanza avanti con gli anni, penso che l’amore il dolore e le vicissitudini della vita ti portano a vedere il mondo in tutte le sue sfaccettature e non occorre guardare commedianti, artisti e poeti.
8)    Spesso i poeti sono attivi anche in altri campi creativi. Oltre alla poesia ti esprimi anche in altri campi artistici non-letterari? Quali?
Ribadisco non sono una poetessa, ma la creatività c’è in me. Suono il pianoforte, amo la musica e adoro i numeri , sono una mente matematica.

9)    Quale tipo di letture preferisci?

 

 

 


Letture filosofiche, fantasy  (Terry Brooks in particolare) narrativa  e favole europee ed orientali

10)    In tempi recenti è sempre più frequente la pubblicazione di poesie su blog o social network. Molto spesso si possono trovare lavori interessanti e ben scritto. C’è qualche poeta che torni a leggere di frequente e che vorresti raccomandare? (se possibile aggiungi anche il link al blog)
Avendo un multi blog ho la possibilità di leggere molti versi e direi che c’è un blogger che prediligo moltissimo Nerowolf74 e questo è il link del suo blog http://pensierialbuio.wordpress.com/


11)    Hai mai pubblicato una raccolta personale delle tue poesie? Se sì fanne una breve descrizione indicando anche i dettagli della pubblicazione (editore, distributore).

 

 

 

 


Non ho mai pubblicato nulla e credo non lo farò.
12)    Spesso i poeti sono persone eccentriche. C’è qualcosa di te che rientri in questa definizione?
Sono una persona semplicissima a volte fin troppo. Non ho nulla di eccentrico

13)    Per chiudere l’intervista cita tre dei tuoi versi che credi siano i migliori (indicando tra parentesi il titolo della poesia e, se pubblicata, dove leggerla.)

 

 


Titolo (Io sono)
Numeri musica e versi
Camminano a braccetto
Uniti hanno fatto di me
la donna che oggi sono
(Jalesh)
.
 

Home
Gli autori
Le interviste agli autori di Memorie di una Geisha
I nostri e book
I nostri film su Youtube
Link
Contatti
Divisione delle stagioni e calendario nel Giappone antico