Memorie di una Geisha
- IL SITO -
Intervista a Massimo Baldi
Intervista a Rosemary Di Falco
Intervista ad Andrea Festa (Arashisei)
Intervista a Lucia Griffo
Intervista ad Elisa Guidolin
Intervista a Jalesh
Intervista ad Orofiorentino (Giovanna Scaglione)
Intervista a Marco Pilotto
Intervista a Moreno Tonioni
Intervista ad Annamaria Pepe (Mondidascoprire)



1)    Presentati brevemente, indicando anche il tuo blog, se ne usi uno per pubblicare.

Annamaria Pepe, medico ospedaliero, amante della natura, in particolare della montagna, appartengo ad un movimento cattolico e amo la vita sociale e mi piace la lettura impegnata e quindi anche la poesia.
Il mio blog è  mondidascoprire.wordpress.com raccoglie articoli, pubblicazioni , musica e video che mi interessano e che hanno una portata culturale importante per me.


2)    Quando hai iniziato a scrivere cosa ti ha spinto e perché?

Sono stata invitata a scrivere dalla Redazione  di lanostracommedia e ho iniziato veramente da poco a scrivere  poesie in Metrica Giapponese, soprattutto Haiku.


3)    Che genere di poesia scrivi? Se più di uno, in quale pensi di riuscire ad esprimerti meglio?
. L’haiku mi permette di esprimere in poche parole ciò che mi preme dentro  e poi sono introversa.
Compongo Tanka e Renga.

4)    Il tuo lavoro è influenzato/ispirato da qualche poeta del passato? Se sì, chi è e in che modo ti influenza/ispira?

Mi  piacciono molti poeti, in primis Dante e Leopardi , ma anche molti altri autori sia itaiani che stranieri.

5)    Definisci il tuo stile poetico con un aggettivo e spiegane il motivo.

Non credo di avere uno stile ,ma dovendolo definire , è sicuramente introspettivo.

6)    Tutti i poeti hanno delle parole, delle frasi che non riescono a fare a meno di usare. Quali sono le tue parole o frasi più ricorrenti?
Cuore, desiderio, libertà, felicità, compimento.

7)    Si dice che per vedere il mondo per quello che è veramente si dovrebbero guardare commedianti, artisti e poeti. Che cosa pensi emerga spontaneamente dalle tue opere?
Che l’uomo è desiderio di lnfinito e di felicità.
8)    Spesso i poeti sono attivi anche in altri campi creativi. Oltre alla poesia ti esprimi anche in altri campi artistici non-letterari? Quali?
No, nessun altro tipo.

9)    Quale tipo di letture preferisci?
Sono vari e tanti i generi che mi interessano,   romanzi, poesie, saggi di autori che ricercano  e lottano per la verità e per il significato del vivere e morire.

10)    In tempi recenti è sempre più frequente la pubblicazione di poesie su blog o social network. Molto spesso si possono trovare lavori interessanti e ben scritti. C’è qualche poeta che torni a leggere di frequente e che vorresti raccomandare? (se possibile aggiungi anche il link al blog).
Sì , Davide Rondoni, poeta contemporaneo, che amo molto, perché vicino al mia sensibilità.
daviderondoni.altervista.org

11) Hai mai pubblicato una raccolta personale delle tue poesie? Se sì fanne una breve descrizione indicando anche i dettagli della pubblicazione (editore, distributore).
No.

12) Spesso i poeti sono persone eccentriche. C’è qualcosa di te che rientri in questa definizione?
Irrequieta è la mia definizione.

13) Per chiudere l’intervista cita tre dei tuoi versi che credi siano i migliori (indicando tra parentesi il titolo della poesia e, se pubblicata, dove leggerla.)

Tanka (Paradiso) pubblicata su lanostracommedia

Vivere sempre
all’ altezza di desio
fu come amore

Come Amore che move
il Sole e tutte Stelle



Home
Gli autori
Le interviste agli autori di Memorie di una Geisha
I nostri e book
I nostri film su Youtube
Link
Contatti
Divisione delle stagioni e calendario nel Giappone antico